Home Attualità Frank Miller scriverà una sceneggiatura per Milo Manara

Frank Miller scriverà una sceneggiatura per Milo Manara

CONDIVIDI

A fornire questo scoop sono stati proprio i due guru del fumetto durante l’intervista del 30 Aprile al Comicon presso l’Auditorium Cartoona.

Da tempo Milo Manara,che si sente “condannato alla leggerezza cit.”immagina di illustrare “lo smarrimento attuale”cit.,tormentata riflessione sul mondo moderno.Partendo dallo stile narrativo di Kafka, Manara ha chiesto di ambientare questo”smarrimento”nella Sin City di Miller…e senza pensarci due volte,Frank gli ha stretto la mano e si è detto onorato dalla richiesta.Uniche clausole,rendere le donne attraenti e illustrare poi una sceneggiatura di Miller.Il connubio è nato,presto vedremo quelle che forse non saranno opere uniche della meravigliosa collaborazione del creatore di 300, Sin City, Elektra,Batman Anno Uno e tanto altro.

Manara e Miller si erano già incontrati per la prima volta a San Diego nel 2012 e poi a Lucca nel 2016.In quella occasione Miller si è complimentato con il collega per il suo stile umoristico e la bellezza dei tratti ,anche erotici,dei suoi personaggi.

Durante l’intervista,Manara e Miller hanno parlato di come siano diventati fumettisti:Milo ritiene che,a partire dagli anni Settanta,il fumetto abbia ricoperto  il ruolo sociale che prima era delle arti figurative poiché arriva ad un pubblico più vasto per la sua accessibilità.Frank,invece,ha realizzato i suoi primi fumetti a 5 anni,ma con la Marvel ha cominciato la sua vera ascesa.

Durante l’intervista, il discorso si è poi spostato sugli artisti della china che più hanno influenzato Manara e Miller,tra cui Jack Kirby,autore di moltissimi personaggi Marvel e Hugo Pratt,autore di Corto Maltese,grande esempio ed amico soprattutto per Milo Manara;su come sia cambiata l’industria del fumetto oggi,per cui per essere davvero libero di perseguire dei progetti,magari sia come sceneggiatore,che come autore,sia necessario lavorare duro ed arrivare ad elevate posizioni;L’incontro si è chiuso con la descrizione del processo creativo:per Miller si tratta di un brain-storming che si arricchisce,mentre per Manara a volte si viaggia sui binari di una sceneggiatura altrui già perfetta e tutto sta nell’illustrarla al meglio.