Home Hi-Tech Crollo Bitcoin, in 24 ore vanno in fumo 100 miliardi di dollari

Crollo Bitcoin, in 24 ore vanno in fumo 100 miliardi di dollari

CONDIVIDI
bitcoin

Crollo Bitcoin: non si ferma dunque la caduta della moneta virtuale, quotata a 7.982 dollari con un rosso del 12%

Il Bitcoin scivola sotto gli 8mila dollari (per poi risalire a 8.600), ai minimi degli ultimi due mesi, bruciando oltre 100 miliardi di dollari nel giro di 24 ore sul mercato delle criptovalute. Non si ferma dunque la caduta della moneta virtuale, quotata a 7.982 dollari con un rosso del 12%. Crollano anche le monete rivali Ripple, Ether e Litecoin, che cedono il 18%. Dal picco di dicembre a circa 20.000 dollari, il Bitcoin ha perso il 60% del suo valore.

Autorità giapponesi perquisiscono piattaforma Coincheck

Le autorità giapponesi hanno perquisito la sede della piattaforma online di criptovalute Coincheck, vittima settimana scorsa di un pesante attacco hacker che ha causato la perdita di circa 530 milioni di dollari. La verifica è stata condotta dall’agenzia governativa nipponica Fsa dopo che questa aveva concesso al sito di exchange tempo fino al 13 febbraio per indagare sulle cause dell’incidente, rafforzare la gestione del rischio e prendendo misure preventive. “Abbiamo deciso di condurre l’accertamento per garantire la conservazione dei beni degli utenti”, ha dichiarato il ministro delle Finanze giapponese, Taro Aso, in conferenza stampa. Dopo aver subito il furto miliardario di Nem, la decima criptovaluta più importante per capitalizzazione di mercato, Coincheck aveva detto che avrebbe rimborsato i 260mila investitori per una cifra pari a 46,3 miliardi di yen (422 milioni di dollari).

Fonte: tgcom24